Di Zoologia e di Strani comportamenti nel Mondo Animale

In uno dei tanti “simposi” serali davanti ad un bel piatto di pastasciutta i Luminari disquisiscono amabilmente sulle prodezze e sulle dimensioni degli animali della Savana.
Andrea (8 anni) conferma le teorie che danno come l’animale più veloce della Terra il Ghepardo: “Velocissimo! Può arrivare a 500 Km/h!”.
Mentre dall’altro capo del Tavolo, Tommaso (10 anni) con un alone di sugo attorno alle Labbra, si stupisce come non si faccia a prendere in considerazione la velocità che raggiunge, invece, l’Ippopotamo, al netto della sua stazza.
Nel vivo del dibattito, concentrata l’attenzione sulle dimensioni dell’erbivoro africano, si cerca di attualizzare i dati della Stazza dell’Ippopotamo confrontandole con le “anguste” dimensioni di una cucina abitabile: i luminari convengono che la deambulazione del soggetto sarebbe alquanto difficoltosa, stiamo parlando di cinque, sei metri di animale.
Maria (8 Anni) a questo punto decide che è giunto il momento di gettare sulla discussione un velo di futurismo e di avanguardia, ma soprattutto di innovazione, sciorinando rivoluzionarie teorie zoologiche, partendo dalle sue “recenti” scoperte ginniche: “Guardate che l’Ippopotamo non sa fare neanche la Ruota!”.

Effettivamente Konrad Lorenz (e chi come lui) di ciò ci ha completamente tenuto all’oscuro.