Coppa Tre Tappi

Nello specifico, i tre tappi non sono Maria, Andrea e Tommaso (rispettivamente di età 7, 7, 10) che si sono cimentati durante un Week End piovoso in una specialità sportiva d’altri tempi.

Accantonati per un pomeriggio TV, Smartphone, Tablet e PlayStation, si sono dati allo sport in punta di dito: l’antenato del Subbuteo, con il quale, il loro “venerando” padre, passava qualche pomeriggio in oratorio (sempre durante giornate piovose).

Gioco semplicissimo: tre tappi, due giocatori, un tavolo.
Il tappo più indietro deve passare attraverso gli altri due senza toccarli, i tappi non devono cadere dal tavolo, si usa solo il dito indice; scopo del gioco è fare goal nella porta avversaria: i due pollici dell’avversario appoggiati sull’altro capo del tavolo ad una distanza di 5/7 cm l’uno dall’altro.

Ahimè, purtroppo devo confessare che le ho “buscate”: sono un po’ arrugginito, mi sa.

3 risposte a “Coppa Tre Tappi

  1. ci facevamo le partite di calcio e le gare olimpiche con i tappi… detto bene, predecessore del subuteo e non solo.. ricordo i 100cm… e le gare di salto in lungo.. con i tappi… mitiche!!!

Se Vuoi puoi dire la tua ...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...