Quelli della Briscola – 18

Punteggi: Il Caricatore +9; Zorapide +7; Darietti +3; L’Onnivoro +2; L’Ing. della Briscola -21.

In una serata con clima da foresta amazzonica, con un umidità relativa del 200%, l’Ing. della Briscola riesce a mette a segno un’altra serata memorabile: un –21 di tutto rispetto, guadagnato con sudore, con perizia, con disinvoltura da fuoriclasse.

All’opposto il Caricatore rispolvera la lucidità mentale e riesce senza troppi patemi a portarsi a casa il secondo mattoncino giallo della stagione ed in più insidia il penultimo posto a cui è avvinghiato (ormai da mesi) l’Ing. della Briscola: guerra tra poveri della Briscola, si litiga per un tozzo di pane rancido e raffermo.

I due protagonisti di questo finale di stagione, dal canto loro, non si preoccupano più di tanto delle scaramucce tra pezzenti, ma nulla fanno per schiacciarsi a vicenda, per dare il colpo di grazia all’avversario per fare in modo da trovarsi in pole position per la vittoria finale, piuttosto i due si tengono a debita distanza, quasi non si parlano, poche volte incrociano gli sguardi, in poche parole giocano a sopravvivere, senza rischiare nulla: se possiamo azzardare un pronostico vediamo più favorito il Darietti in questa guerra psicologica, più a suo agio in questo gioco non-gioco, riteniamo che il più razionale Onnivoro si trovi in difficoltà in questo gioco ignavo, questa tattica basata sull’attesa.

Attendendo che i due contendenti si diano una mossa e finalmente diano un senso alla loro stagione, vi sottoponiamo la Nuova Classifica Generale, che pochi scossoni ha avuto dall’ultima scialba e tattica tornata.

Non vorremmo dirlo, ma quasi, quasi rimpiangiamo i bei tempi del Cannibale Ing. della Briscola, che a questo punto della stagione era saldamente primo con 2500 punti sul secondo e l’incertezza del risultato la prendeva a calci nel di dietro!

5 risposte a “Quelli della Briscola – 18

  1. L’ing. ha ancora saldamente in mano la maglia di picche.
    Il Darietti non si aggrappi all’alcol, chi comincia ad accampare scuse è alla frutta.
    Mi prenoto per la prossima serata un abuso di special sotto stato di semiincoscienza da birra.
    Sarà uno studio sul caso, o sul caos, o su cosa mi servirà poi per recuperare.
    Le serate soporifere non piacciono a nessuno.

  2. La stanchezza di fine stagione, il clima tropicale e l’abuso dell’alcol rendono la scalata alla vetta della classifica sempre più faticosa. Mi sento un po’ come Achille Compagnoni nel 1954 mentre raggiungeva la cima del K2 senza bombole di ossigeno.
    Vedremo chi riuscira a piantare la bandiera sulla cima…
    Per quanto riguarda l’ing., secondo me, non si è accorto del segno “-” davanti al suo punteggio ed è convinto di andare a vincere anche quest’anno. Credo sia pericoloso svegliarlo da questo letargo, lasciamolo nel suo mondo…

Se Vuoi puoi dire la tua ...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...