Migrazioni

“…stormi d’ uccelli neri,
com’esuli pensieri,
nel vespero migrar.”
(Giosuè Carducci, San Martino).

E’ tempo di partenze per i pennuti.
Mentre c’è chi si diletta ad osservare il “fenomeno” in lontananza, stupefatto dal mistero della natura, da queste parti (esattamente sotto al fenomeno cinetico) grandina Guano.
Avete presente la scena di Magnolia con le rane?
Ecco, solo che al posto del verde anfibio vengono giù “pizze” bianche d’escremento.
La macchina è da buttare.
L’incipit poetico è già dimenticato.

5 risposte a “Migrazioni

Se Vuoi puoi dire la tua ...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...