Quelli della Briscola – 13

Punteggi: Ing. della Briscola +19; Rb +4; Zorapide +2; Avv. Peloso –7; Darietti -18.

Serata di “rispolvero” dopo una lunga inattività.
Decisamente la serata dei gadget, nell’ordine:
1. Tovaglietta infeltrita (spacciata per panno verde professionale) proveniente direttamente dalla città della perdizione Las Vegas, raffigurante con tratto marcato e sbavato tavolo da Balck Jack.
2. Carte originali provenienti dalla città della perdizione Las Vegas, acquistate, in offerta, con l’articolo di cui sopra. Rigorosamente intonse sino a fine serata.
3. Carte cimelio storico raffiguranti i loschi figuri di Saddam e compagni (avete capito benissimo, quelle che gli americani regalavano agli iracheni nell’ultimo conflitto bellico dalle parti di Bagdad).
4. L’inossidabile e oramai obsoleta macchina mischia tutto (proveniente anch’essa dalla città della perdizione Las Vegas, ma molto più datata e scalcinata).
5. Le pizzette Catarì che il gerente della bisca clandestina (Darietti) ci ha propinato a metà serata, snobbate da tutti, ma sparite nel giro di 2 nanosecondi.
6. Maglietta proveniente direttamente dalla California sud-orientale raffigurante incisioni rupestri di surfisti in panne durante l’ultima glaciazione.

Inequivocabilmente anche la serata di “Aspettando Godot”.
Nel ruolo di Godot due figuranti: il fratello del Darietti, che si apprestava ad arrivare da Roma con il pendolino delle 18 alla stazione Centrale puntualmente alle 23.30 (nel bel mezzo del certame); il Darietti stesso che aspettiamo tutt’ora.

In questo contesto di fiera dell’artigianato (e di teatro dell’assurdo), 40 mani tiratissime, con silenzi proverbiali, urlacci proverbiali e punteggi proverbiali. La spunta l’Ing. che ha la meglio su Zorapide, che non riesce a tenere il passo, e su Rb che la prende molto alla lontana e recupera sul finale ottenendo un insperato secondo posto. L’Avv. Peloso ha la solita sfiga nera terribilmente simile al colore del suo vello e Darietti dal canto suo si dà una botta di vita (ed una in testa) e si dimentica di giocare (pur avendo delle belle carte) finendo paurosamente in fondo alla boccia, decisamente una sonora bastonata.

La Fredda cronaca
Si inizia prestissimo.
Puntuali (a causa dell’avvento poco sopra menzionato).
Bisogna fare tutto di fretta, neanche il tempo di scambiarsi qualche battuta che Zorapide di prima mano chiama un bel 2 a 66 (così per gradire); mano facile, facile: +2.
Iniziamo con il Darietti: 2 a 80 (socio Zorapide) man bassa.
I cinque ci danno dentro: dieci mani, dieci vittorie, all’undicesima la striscia positiva viene brutalmente interrotta dallo sciagurato Rb che chiama un 2 a 62: punti totalizzati 61, tormento.
L’Avv. Peloso si dice: “Perché non emergere dalla mediocrità?”. Detto fatto: 2 a 70, l’Avv. (malamente messo) piglia Zorapide, socio sfortunato, che è più scarno di un coyote nel deserto del Colorado in una giornata di caldo torrido ed afoso (la similitudine con il Coyote calza a pennello con l’assonante insulto ripetuto più volte dopo la mano poc’anzi descritta).
Il Darietti non ci sta a stare fuori dallo Zoo e quindi tira fuori un altro dei suoi 2 a 80. Questa volta i Coyote si trovano a pennello: l’Avv. Peloso (socio) si infuria come una biscia (con denti da Coyote), ma oramai la frittata è fatta, i due tapini si trascinano vicendevolmente in fondo all’abisso.
Giunge anche l’ora di Rb che sciorina una chiamata in mano (2 a 62) che gli va malissimo e lo fa sprofondare nello sconforto più completo.
A metà partita (e forse qualcosina di più) la situazione è la seguente: Ing. +9; Avv. Peloso -2; Darietti -7; Rb -4; Zorapide +4 (risultato alquanto bugiardo, quest’ultimo, in quanto Zorapide in ben 25 mani ha chiamato la bellezza di 2 volte! Decisamente bugiardo).
Il Darietti vede appropinquarsi la sua ora (quella del teatro dell’assurdo, quella in cui lui sarà Taxi Driver per il fratello) quindi decide di esprimere l’ultimo desiderio della partita: CARICHI! Lo scellerato cade miseramente vittima dei Quadri; a questo punto per lui si apre la porta dell’inferno, Caronte è lì che gli urla: “Ehi Pisquano, da questa parte. Stasera non è serata per te, vieni qui al calduccio a riflettere bene sulle tue malefatte!”.
In contrapposizione all’inferno “Dariettesco” si aprono, invece, le porte del Paradiso per l’Ing. che approfittando anche della pausa delle 23.30 (in occasione del viaggio nell’ade da parte del Darietti) si cimenta nel record di chiamate consecutive e vincenti: ben 7!
“Ragazzi la festa è finita, raccogliete i cocci delle vostre belle speranze e tornatevene a casa…” mazziati come non mai.
All’alba dell’una passata la combriccola si scioglie e mogia, mogia fa ritorno verso casa.
Ad PERSONAM

Avv. Peloso: la gita negli States e i bagordi per le strade di San Francisco (nonché per quelle della città della perdizione Las Vegas) non gli ha giovato per nulla, anzi è più catastrofico del solito. Peggio che un pugno in occhio.

Rb: gasato per il gadget delle carte di Saddam (che aveva portato lui) stenta a trovare la concentrazione giusta e la partenza è catastrofica, arrivato a -5 trova nuovo vigore nell’essere socio fisso dell’Ing. Alla fine il suo gioco paga e paga bene, recupera e finisce secondo. Ribaltone.

Zorapide: serata ambigua. Tre chiamate in 40 mani dicono tutto: si eclissa dal gioco, ma alla fine trova un bon piazzamento a punti. The Dark side of the Moon.

Ing. della Briscola: quando cambia marcia nessuno gli sta più dietro. Ha la strana facoltà di parlare con le carte e queste ultime gli danno retta. 7 chiamate vincenti consecutive la dicono tutta sullo sfintere oramai elastico sino quasi al punto di rottura. Big Babol.

Darietti: -18: che dire? Un saggio: sarà per un’altra volta, và!

Annunci

Se Vuoi puoi dire la tua ...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...